Approccio massimalista: osteopatia e persona in fase cronica – 21/23 ottobre 2021

Docente: Dott. Christian Fossum

600,00

Molti pazienti si presentano dall’osteopata con situazioni cliniche croniche e complesse, delle vere e proprie sfide. In questi casi solitamente non esiste una singola causalità a sostegno del problema, bensì una sommatoria di fattori stressogeni a cui il paziente viene sottoposto (carico allostatico). L’approccio osteopatico in questi casi mira a sostenere i processi fisiologici, riducendo il carico allostatico e aumentando così la capacità dell’individuo di rispondere e adattarsi ai vari fattori di stress interni ed esterni.

Descrizione

Molti pazienti si presentano dall’osteopata con situazioni cliniche croniche e complesse, delle vere e proprie sfide. In questi casi solitamente non esiste una singola causalità a sostegno del problema, bensì una sommatoria di fattori stressogeni a cui il paziente viene sottoposto (carico allostatico). L’approccio osteopatico in questi casi mira a sostenere i processi fisiologici, riducendo il carico allostatico e aumentando così la capacità dell’individuo di rispondere e adattarsi ai vari fattori di stress interni ed esterni.

Questo risultato è ottenuto utilizzando il modello biomeccanico e posturale, quello neurologico, respiratorio e circolatorio come forme di trattamento.

L’obbiettivo è migliorare la distribuzione delle forze attraverso la continuità del tessuto connettivo, ridurre la spesa energetica durante le attività della vita quotidiana, migliorare la respirazione e la dinamica circolatoria, la funzione integrata somato-motoria e quella del sistema neuro-immuno-endocrino.

Il corso insegnerà i principi di valutazione e trattamento secondo un modalità definita massimalista per lavorare sul paziente con una metodica che comprenda la componente biomeccanica, fasciale, venosa e linfatica, respiratoria e nervosa. Tali componenti saranno relazionate in modalità integrata alle quattro regioni diaframmatiche, andando a costituire il tema centrale del corso stesso.

Per rendere tutto ciò applicabile ad una cospicua varietà di pazienti, questo corso prevede un’ampia parte pratica che includerà le Tecniche di Still, di esagerazione della disfunzione, tecniche articolatorie, tecniche di rilasciamento tramite posizione facilitata, tecniche HVLA, tecniche fasciali e tecniche sui tessuti molli e la modalità di utilizzo in una sequenza di trattamento integrata. La parte teorica descriverà i principi di questo approccio con il razionale anatomico e fisiologico per le varie tipologie di pazienti.

Scopo del corso è rendere gli allievi in grado di applicare immediatamente nella pratica clinica quanto appreso. Il materiale didattico comprende quanto presentato nel corso e gli articoli a sostegno del contenuto discusso.

 

PROGRAMMA

21-22 OTTOBRE 2021

Nei primi due giorni introdurremo e discuteremo dei diversi modelli osteopatici per la valutazione del paziente, del problem-solving clinico e della gestione dello stesso. Poi passeremo in rassegna i concetti di approccio minimalista, approccio massimalista, approccio sintomatico e approccio empirico nella gestione di pazienti in fase acuta, subacuta, cronica e complessa. Nella fase pratica del corso, per i primi due giorni, punteremo l’attenzione sull’approccio massimalista evidenziando i modelli circolatori biomeccanici-posturale, neurologico e respiratorio.

Saranno effettuate dimostrazioni e pratica delle tecniche di valutazione e di trattamento. Comprenderanno discussioni di anatomia e fisiologia applicata, mentre gli approcci manipolativi includeranno le tecniche strutturali (HVLA, articolatorie, sui tessuti molli, tecniche di quiete ed esagerazione della lesione), così come le tecniche veno-linfatiche, fasciali e viscerali.

23 OTTOBRE 2021

Il terzo giorno inizierà con una discussione sull’approccio minimalista nel contesto della lesione osteopatica totale e sull’importanza dello stabilire gerarchie tra le disfunzioni presenti e sulla sequenza da adottare durante il trattamento. In seguito l’attenzione sarà focalizzata sulla rilevante anatomia, fisiologia e fisiopatologia di condizioni cliniche come il mal di testa e il dolore al collo, i problemi agli arti superiori, il dolore lombare, la disfunzione viscerale, la disfunzione fasciale e le disfunzioni sistemiche (respiratorie, cardiovascolari e gastrointestinali). Analizzeremo le “dritte” ed i “trucchi” della pratica osteopatica per gestire in modo efficiente questi pazienti, sia utilizzando un approccio minimalista che un approccio massimalista.

 

ORARI

​PRIMO GIORNO – 21 OTTOBRE 2021

Dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 18,00

SECONDO GIORNO – 22 OTTOBRE 2021

Dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 18,00

TERZO GIORNO – 23 OTTOBRE  2021

Dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 18,00

 

SEDE

Il corso si terrà presso il centro di via Cardinale Mezzofanti n.13, Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).

​​Per chi ha necessità di pernottare in hotel, clicca qui per scoprire tutte le strutture convenzionate.

 

COSTO

Il costo del corso è di € 600.

Per coloro che si iscriveranno anche al corso “Approccio osteopatico al paziente con patologie sistemiche” il costo per entrambi i corsi è di € 1.100. Lo sconto si applica direttamente nel carrello.

*In caso di rinuncia/disdetta di partecipazione ai corsi (per motivi non imputabili ad Advanced Osteopathy Institute) verrà rimborsato l’importo al netto delle commissioni di gestione.

Informazioni aggiuntive

Durata

3 giorni

Sede

Advanced Osteopathy Institute (via Cardinale Mezzofanti 13, Milano)